Gianfranco Termine: il riberese è accusato anche di violenza sessuale

1739

Il giovane Gianfranco Termine, in carcere dallo scorso gennaio, da quando sferrò una ventina di coltellate all’ex fidanzata, all’interno del cimitero comunale di Ribera, oltre al “tentato omicidio” è accusato anche di violenza sessuale.

La difesa contesta l’accusa, sostenendo che il rapporto tra i due era consensuale. A tal proposito, l’avvocato Serafino Mazzotta, difensore del giovane riberese 23enne, sentito alcuni minuti fa al telefono, ci ha affermato che sono stati depositati, al Pubblico Ministero, elementi che provino che il rapporto tra i due giovani era consensuale.

Alcuni giorni fa, invece, l’avvocato Serafino Mazzotta, aveva depositato presso la Procura della Repubblica di Sciacca, la consulenza sul giovane effettuata dallo psichiatra Paolo Li Bassi. Consulenza nella quale si sostiene che il giovane era “incapace di intendere e di volere al momento del fatto”.

 

CONDIVIDI
Articolo precedente19 APR, 2013
Articolo successivoOscar Wilde