Province: l’accordo attraverso una norma che verrà approvata martedì

1308

Un dubbio e una certezza. Il dubbio riguarda quali enti prenderanno il posto di quelli soppressi: per scioglierlo occorrerà aspettare sei mesi, termine entro il quale Governo e Parlamento dovranno approvare una legge che consenta di delineare le funzioni dei futuri consorzi di comuni.

La certezza riguarda le province: saranno abolite subito, attraverso una norma che l’Ars approverà martedì prossimo e che prevede anche l’annullamento delle elezioni già fissate per il 26 e 27 maggio (chiaramente restano valide le elezioni per i comuni).

Il presidente Crocetta aveva presentato un disegno di legge che aboliva le Province e creava subito i consorzi dei comuni che avrebbero dovuto ereditare le competenze delle Province stesse, ma anche degli enti collegati, da sopprimere contemporaneamente (per esempio gli Ato rifiuti, idrici e l’ Iacp).

Di fronte alle divisioni nella maggioranza e all’opposizione di alcuni sindacati, delle associazioni dei sindaci e dei presidenti di Provincia però, è arrivata la mediazione.